Domande e Risposte

Salve;
sono la mamma di una bimba di 12 anni che fa danza dall'età di 5 anni.
Vorrei sapere se a Bologna esiste una scuola che prepara le bimbe nel modo più elevato dove va in tutti questi anni mi sembra che non lavorano su certe cose come una di quelle la spaccata.

Grazie mille,
Emy

Maestro Domenico BertiniLa risposta del Maestro Domenico Bertini

Gentilissima Emy,
non posso dare in pubblico nomi di scuole perchè non conosco tutte le scuole di Bologna e quindi non potrei essere obiettivo (magari ce ne sono di ottime e io non le conosco).

Se mi contatta in privato la posso mettere in contatto con un collega laureato all' Accademia Nazionale di Roma che lavora a Bologna e sicuramente saprà aiutarla. Detto questo aggiungo che la "spaccata" non è un passo di danza, ma un esercizio di allungamento della muscolatura e che una volta spiegata la sua esecuzione corretta si può fare ogni giorno anche a casa, salvo controindicazioni anatomiche o una struttura fisica particolarmente "rigida", l'allenamento quotidiano darà dei risultati col tempo.

Giudicare la preparazione di una scuola dal fatto di raggiungere o no la spaccata mi sembra un po' limitante, ci sono tantissime altre cose che vanno valutate. Ma capisco anche che ci siano dei dubbi sulla preparazione degli insegnanti e sulle metodologie di insegnamento e quindi sulla preparazione generale di sua figlia.

Colgo l'occasione per ribadire un concetto di base.
Quando si sceglie una scuola di danza si devono valutare i titoli degli insegnanti e la loro carriera professionale (per professionale intendo scuole di formazione o epserienza in teatri accreditati e riconosciuti dallo stato o almeno dalla regione di appartenenza, nel senso che devono essere conosciuti e svolgere attività continua e conosciuta). I vari corsi di formazioni autoreferenziali non valgono niente, non si è "professionisti" se si ha studiato in una scuola privata amatoriale e ballato nei propri saggi al teatro dell'oratorio.

Sono certo che troverà la soluzione migliore per sua figlia.

In bocca al lupo,
Domenico Bertini