Domande e Risposte

Buongiorno Maestro,
grazie per aver risposto alle mie domande dell'altra volta.
Questa volta ho un altro dubbio: la danza è da considerarsi uno sport o no?

Cordialmente,
Barbara

Maestro Domenico BertiniLa risposta del Maestro Domenico Bertini

Cara Barbara

La danza non è uno sport!
Nasce come arte arte performativa e non competitiva, quando si va a teatro non ci sono punteggi o voti, ma solo un meccanismo fatto di emozioni e di tecnica al servizio di un disegno coreografico astratto o di una "storia" caratterizzata da personaggi e situazioni.

Parlo di danza classica e di tutti i suoi derivati ovviamente e non dei balli da sala che hanno delle gare vere e proprie e sono definibili anche come "danza sportiva". Ma fino dai tempi remoti la danza serviva a esprimere delle emozioni o addirittura era una forma di preghiera (pensi alla danza della pioggia, o ad alcune danze che servivano ad avere raccolti più copiosi o altro).

E' sempre stata abbinata alla musica o a un ritmo cosa che nello sport non accade. Ma è anche vero che ha un suo lato "sportivo" ovvero l'allenamento quotidiano dei danzatori la richiesta di sempre maggiori qualità tecniche ed esecutive.

Esistono comunque anche per la danza classica delle competizioni o concorsi (cito i due più famosi, ovvero il Prix de Lausanne e il Concorso di Varna) che hanno scoperto o consacrato dei talenti.

Non è sport nel senso che non è fitness, non si impara velocemente e non si ottengono risultati in poche settimane ma prevede un percorso formativo che si basa su dei programmi affini a quelli di qualunque materia scolastica, suddivisi per anno di studio e livello di preparazione.

Spero di essere stato abbastanza chiaro.

Un caro saluto!
Domenico