Domande e Risposte

Buongiorno Maestro,
È la prima volta che scrivo e premetto che non sono molto pratica nella navigazione in community, forum e simili. L'ho fatto perchè mia figlia di 13 anni, vorrebbe iniziare un percorso professionale nella danza, principalmente nel classico. Lei vive di musica e danza (come credo la maggior parte di chi è attivo in questo sito) e le sue insegnanti dicono che ha buone doti e possibilità.

Ha fatto un'audizione all'A.I.D.A. di Milano ed è stata positiva, però vorrebbe fare a giugno un'audizione per il Carcano. Ecco il mio dubbio e il motivo per cui chiedo opinione e consiglio in merito: se dovesse essere accettata anche al Carcano, dove sarebbe meglio indirizzare la propria scelta?

Grazie per l'aiuto perchè sono assolutamente disinformata riguardo la preparazione che possono dare questi due bei centri di formazione e non sono proprio in grado di valutare le opportunità che potrebbero offrire le due scuole. Ringrazio per l'attenzione e spero tanto di riuscire a chiarirmi un po la situazione. Premetto che ha fatto un'audizione alla Scala ma non è stata ammessa e le motivazioni sono state: un pò debole tecnicamente, carina ma fisicamente ancora acerba e mi hanno consigliato di iniziare un percorso con più ore settimanali rispetto a quello che fa attualmente e poi potrebbe ripresentarsi.

Saluti

Maestro Domenico BertiniLa risposta del Maestro Domenico Bertini

Gentilissima Signora,
capisco che la scelta della scuola sia sempre un grosso punto interrogativo. So che entrambe le scuole sono valide e dovrebbero avere insegnanti che hanno seguito un percorso fomativo presso l'Accademia del teatro alla Scala o presso la scuola dello stesso teatro Carcano.

La cosa da valutare è l'offerta formativa, ovvero il numero di ore e le materie proposte all'interno dei corsi. Non conosco personalmente nè l'una nè l'altra ma sicuramente saranno entrambe adatte. Come ripeto, si assicuri che ci siano corsi di danza classica, di danza contemporanea o moderna e magari anche materie integrative come repertorio e anche storia della danza.

Chiaramente il tutto deve essere compatibile con la scuola superiore scelta da sua figlia, senza che lo studio della danza (di per se faticoso) diventi un incubo di impegni e di cose da fare. Se poi una delle due scuole da uno sbocco per l'inserimento professionale sia come danzatrice che come insegnante faccia una scelta anche in questo senso.

Spero di essere stato utile.

Cordialmente,
Domenico Bertini.