Pensieri

di Valentina

Siedo affranta e a capo chino
sulle mie scarpette rosa,
sul cimitero di emozioni che disarmano.
Vorrei non dover più tremare,
non dover continuamente tacere le mie urla.
Vivo per la danza
e odio queste maledette circostanze
che mi succhiano il fiato quando nessuno intorno a me
si è mai degnato di capire il mio dolore.
I miei piedi non hanno mai indossato delle punte,
eppure... è come se conoscessi da tempo cosa si provi.