La Farfalla Lily

La Farfalla Lily Ispirata ad una favola di Tina Simonelli, che ha supervisionato anche l'intera produzione della spettacolo, oltre a dare un messaggio positivo la rappresentazione si prefigge di dare un aiuto concreto alle vittime dei soprusi che denuncia, devolvendo un euro per ogni biglietto venduto all'iniziativa 'Io pretendo dignita'', la campagna lanciata da Amnesty International per combattere la mortalità materna, gli insediamenti abitativi precari, la ricerca di profitto a discapito dei diritti umani e per spingere i governi a garantire i diritti economici, sociali e culturali dei loro cittadini.

Sul palco la farfalla Lily, insieme al suo amico scoiattolo Pipì Scotì, riuscirà a vincere lo scetticismo iniziale degli altri animali e a convincerli a donare tanto miele ai bambini affamati. 'Il mondo poverò verrà così travolto da una pioggia di nettare, simbolo di dolcezza e di amore. Ad animare le vicende ci penserà un corpo di ballo di 40 elementi, coordinati dai coreografi Sonny Olumati e Ilir Shaqiri, che danzeranno su una colonna sonora inedita. La quale spazierà dal minuetto classico all'house, passando per il rock e l'hip hop, fino allo spiritual e al soul delle work songs degli schiavi d'America.

''Per la realizzazione ha spiegato Ilir Shaqiri ci siamo dati una mano l'uno con l'altro, un po' come fanno gli animali nello spettacolo. Anche perche' il musical è molto complesso: basti pensare che ad ogni insetto è stato dato uno stile di danza diverso''. Il cast è composto da ballerini provenienti dall'Accademia di Tirana, campioni internazionali di break dance e talenti provenienti da programmi televisivi quali 'Academy', 'Wanna dance' e 'Amici', tra i quali Federica Gargano e Olti Shaqiri (entrambi da Amici 2003).

Dopo la prima di sabato lo spettacolo resterà al Gran Teatro anche per il giorno successivo, per poi fare tappa il 19 e 20 febbraio al teatro Palapartenope di Napoli. Altre date sono previste a Firenze, Milano e Montecarlo. Un libro e un cd della favola di Simonelli, approvati dall'Associazione Pediatri Italiani, verranno anche distribuiti nelle scuole.