Domande e Risposte

Buongiorno Barbara,
vorrei un'informazione: io ho studiato danza classica per oltre 20 anni presso l'unica scuola che al tempo esisteva al mio paese (in Romagna) e che poi ha chiuso perché l'insegnante è mancata dato che molto anziana.

Purtroppo non rilasciava diplomi, vorrei sapere se è possibile riscattare gli anni di studio che ho avuto presso un'altra scuola, mi hanno consigliato quelle che utiilizzano il metodo RAD (io ho seguito il Vaganova) e come funziona o se è possibile con un'insegnante privata

Grazie,
Francesca

Barbara AceroLa risposta dell'insegnante Barbara Acero

Ciao Francesca,
gli anni di studio c/o le scuole di danza private non sono riscattabili. Il modello RAD si basa su un modello che deriva dalla scuola Cecchetti anche se si identificano con un nome inglese nella loro identità (vedi ad esempio le posizioni degli arti superiori: il Metodo Vaganova identifica e codifica solamente 3 posizioni mentre il Cecchetti cinque come il RAD).

Scrivo modello RAD perché, a mio parere personale, non si può identificare come metodo dal momento che sono una vera e propria società con entrate commerciali e che hanno riunito i cinque principali metodi di studio della tecnica classica conosciuti. Il RAD rilascia attestati ma a quanto posso saperne non sono riconosciuti ai fini Statali in Italia, nel senso che non danno titolo di accesso per concorsi pubblici, almeno in Italia.

Puoi comunque informarti per seguirne i corsi, se li ritieni validi per te anche se hai studiato con Metodo Vaganova o in alternativa informarti c/o l'Accademia Nazionale di Danza per i corsi universitari o c/o il Teatro Alla Scala, Teatro Dell'Opera di Roma, Teatro San Carlo per i corsi di formazione per insegnanti.

Attualmente gli unici diplomi riconosciuti ai fini pubblici sono quelli dell'Accademia Nazionale di Danza, intendo spendibili nel settore pubblico. Per quel che riguarda il privato, purtroppo ad ora ancora non abbiamo una legislazione che protegga "gli allievi" da uno studio fatto c/o centri e scuole con requisiti del corpo docente non proprio ideali.

Saluti,
Barbara