Metodo Americano

George Balanchine Metodo Americano deriva dalla scuola russa importata in America dal grande coreografo George Balanchine.

Biografia: Georgij Melitonovič Balančivadze, noto anche come George Balanchine (San Pietroburgo, 22 gennaio 1904 - New York, 23 aprile 1983), è stato un coreografo e danzatore russo, fra i più grandi del ventesimo secolo, e uno dei fondatori della tecnica del balletto classico negli Stati Uniti.

Il suo lavoro è un trait d'union tra il balletto classico e quello moderno. La sua produzione è immensa e conta più di 425 balletti per il balletto, il musical, il cinema e persino il circo.

 

Il periodo Americano
Arrivato negli Stati Uniti, Balanchine insistette per realizzare il suo primo progetto: la creazione di una scuola di balletto. Con l'aiuto di Lincoln Kirstein e Edward M.M. Warburg, il 2 gennaio 1934 aprì i battenti la School of American Ballet (il SAB), a meno di tre mesi dall'arrivo di Balanchine negli USA. Gli studenti rappresentarono Serenade nella tenuta estiva di Warburg a New York verso la fine dell'anno. Durante gli anni dal 1930 al 1940, tra le sue attività, ci fu anche il lavoro come coreografo per musical. Balanchine si trovò a stretto contatto con personaggi famosi come Richard Rodgers, Lorenz Hart e Vernon Duke.

In questo periodo si sposò con la danzatrice Vera Zorina, dalla quale divorziò nel 1946. Si sposò quindi con la ballerina Maria Tallchief dalla quale divorziò nel 1952 per sposare Tanaquil LeClerq. Sempre nel 1934 fondò una compagnia professionale insieme a Lincoln Kirstein: l'American Ballet. Sfumata la possibilità di organizzare un tour, la compagnia iniziò ad esibirsi al Metropolitan Opera House. Poiché aveva avuto il permesso di mettere in scena solo due performance, Orfeo ed Euridice nel 1936, e una serata di danze coreografate su musica di Igor Stravinsky nel 1937), Balanchine decise di spostare la compagnia a Hollywood nel 1938. La compagnia si riunì sotto il nome di American Ballet Caravan, girò l'America del Nord e il Sudamerica e dopo alcuni anni chiuse.

Balanchine fu coreografo residente per i Ballet Russe de Monte Carlo dal 1944 al 1946. Coreografò anche per il Teatro Colon di Buenos Aires nel 1942. Nel 1946 fondò una nuova compagnia - la Ballet Society - sempre con l'aiuto di Lincoln Kirstein. Dopo il successo di parecchie esibizioni, alla compagnia fu offerta, nel 1948 la possibilità di lavorare al New York City Center for Music and Drama come compagnia residente. Con questa nuova sistemazione, la Ballet Society divenne il New York City Ballet, al quale Balanchine decise di dedicarsi totalmente. Nel 1949 assunse Jerome Robbins in veste di direttore aggiunto e aiuto coreografo. Il NYCB iniziò a fare molte tournée in tutto il mondo riscuotendo sempre enormi successi.

Balanchine, dal 1947 in poi, coreografò anche per l'Opéra di Parigi. Nel 1954 venne allestito lo Lo Schiaccianoci e questo fu l'inizio in USA di una vera a propria tradizione natalizia.

Negli anni sessanta, Balanchine si innamorò perdutamente della giovane e talentuosa ballerina Suzanne Farrell. Creò molti balletti per lei, tra i quali Don Chisciotte (con lui nella parte di Don Chisciotte) e la sezione Diamonds del balletto Jewels. Ma Balanchine allora era ancora sposato la LeClerq e la Farrell, di religione cattolica, rifiutò una storia d'amore con il coreografo. La posizione della Farrel nella compagnia fu causa di invidie e gelosie: alcune ballerine, come la precedente moglie Maria Tallchief, lasciarono la compagnia dando la colpa alla Farrell. Balanchine ottenne il divorzio in Messico dalla LeClerq per scoprire subito dopo che la Farrell si era sposata con Paul Meija, danzatore del NYCB. Balanchine e la Farrell arrivarono ai ferri corti e nel 1970 sia lei che il marito lasciarono la compagnia. Si trasferirono a Bruxelles e si unirono alla compagnia di Maurice Bejart. Nel 1975, la Farrell ritornò al NYCB.

George Balanchine ricevette il Kennedy Center Honors nel 1978, ed era la prima volta che questo premio veniva consegnato. Il 23 febbraio 1983 ricevette la Medaglia presidenziale della libertà, la prestigiosa onorificenza statunitense, dal Presidente Ronald Reagan.

Senza figli, morì nel 1983, a 79 anni, dopo essere stato ricoverato per una misteriosa malattia. Si ritiene che egli sia stato la prima vittima del Morbo di Creutzfeldt-Jakob.


Wikipedia.org