Curiosità sulla Danza Irlandese

Danza IrlandesePerché le donne stanno sempre alla destra dell’uomo?
Inizialmente la danza aveva una forte componente religiosa e per questo era riservata esclusivamente agli uomini. Successivamente viene aperta anche alle donne che si posizionano alla destra dell’uomo, probabilmente perché sul fianco sinistro questo indossava la spada.

 

 

Che cos’è una “Feis”?
“Feis” (si pronuncia “fesh”) è un termine gaelico che traduce il nostro “festival” ed è una competizione di danze irlandesi. Il plurale di feis è feisanna (“fesheneh”). Comprende sia performance di gruppo che assoli. Può contenere anche altre arti quali poesia, canto, gare di strumenti musicali.

Perché le braccia lungo i fianchi?
Uno dei tratti distintivi della danza irlandese è la rigida posizione della parte superiore del corpo e il fatto che le braccia siano dritte lungo i fianchi. Non si sa per certo quale sia il motivo della postura, ma sono state proposte varie teorie, molte delle quali riportano all’occupazione degli inglesi e al fatto che abbiano tentato di soffocare la cultura irlandese.
Una leggenda dice che un gruppo di ballerini venne assoldato per ballare per la regina e che tutti si rifiutarono di alzare le braccia in segno di saluto, tenendole ben dritte lungo i fianchi anche mentre ballavano per dimostrare che non si divertivano ad esibirsi per la regina e gli inglesi. E’ possibile che il fatto si sia realmente verificato e che la regina di cui si parla sia effettivamente Elisabetta I. Si sa per certo che diceva di amare le danze e le musiche irlandesi e che furono ballate a corte.

Altre leggende raccontano...
di irlandesi che nei pub si mettevano a ballare dietro il bar con i busto rigido per far sì che gli inglesi non potessero dire che stavano ballando, non vedendo le loro gambe. Un’altra versione di questa leggenda dice che ballavano nei loro giardini di modo che le siepi di cinta nascondessero l’unica parte del corpo che danzava, cioè le gambe. Probabilmente, questa seconda versione si riferisce in realtà alle “hedge schools” (in inglese hedge = siepe) ossia quelle scuole dove le danze venivano insegnate segretamente durante la repressione.

Altre teorie dicono che tenere le braccia lungo i fianchi fosse un modo per poter ballare in casa senza che dalle finestre si capisse: sarebbe potuto passare un prete! La Chiesa Cattolica, infatti non approvava alcuni aspetti delle danze e cercava di non farle ballare.

Tutte queste proposte lasciano alquanto perplessi visto che è difficile pensare che una qualunque persona non si accorga di un’altra saltellante che danza, pur non vedendone le gambe!! Più attendibile sembra il fatto che la Chiesa non approvasse il fatto che uomini e donne si prendessero per mano e che avessero contatti durante le danze, da cui l’adattamento delle braccia lungo i fianchi per evitare qualsiasi contatto fisico.

Altra teoria possibile è che i “masters” (i.e. insegnanti di danza) del 18° secolo, amando le regole per le danze, decisero che le braccia fossero tenute in una posizione particolare e fissa, facendo persino tenere ai loro allievi una pietra in ogni mano.
Qualunque sia la ragione, comunque, la posizione delle braccia caratterizza ancora oggi le danze irlandesi, rendendole originali.


Celtical.it