I Pliés

 

Mariafrancesca GarritanoArticolo a cura di
Barbara Acero

Con il termine Pliés, nella danza accademica, si indica un movimento di flessione. Una flessione attuata nell’articolazione del ginocchio o delle ginocchia. È un esercizio basilare della danza atto a rendere le articolazioni e i muscolimorbidi e flessibili e i tendini flessibile ed elastici, e per sviluppare un senso di equilibrio. Esistono due tipologie di Pliés: il grande- plié o completa flessione nell’articolazione delle ginocchia (le ginocchia devono essere piegate fino a quando le cosce sono orizzontali rispetto al pavimento) e demi-plié o mezza flessione nelle articolazioni delle ginocchia. I Pliés vengono eseguiti alla sbarra e al centro in tutte le cinque posizioni dei piedi.

La terza posizione è generalmente omessa. Quando un grand-plié viene eseguito sia in prima, terza o quarta posizione croisée o in quinta posizione, i talloni si sollevano da terra nella seconda parte del movimento di flessione (dal demi-plié al grand-plié) e si abbassano di nuovo al suolo quando si effettua la risalita (movimento di estensione) dal grand-plié al demi-plié. Il movimento di flessione deve essere eseguito gradualmente e senza scatti, le ginocchia deve raggiungere la metà del percorso di flessione prima che i talloni possano sollevarsi dal pavimento. Il corpo rimane eretto, la sensazione generale è comunque di premere i talloni sul pavimento. Nel grand-plié in seconda posizione o in quarta posizione ouverte (piedi in prima posizione, ma separati da spazio di un piede, arto libero con posizione di battement tendu o comunque una posizione aperta, che non poggia il peso sull’arto stesso)) il tallone dell’arto inferiore portante non si solleva da terra. Tutti i demi-pliés sono eseguiti senza sollevare i talloni da terra.

Le regole comuni ad entrambi i pliés sono: l’extrarotazione degli arti inferiori controllata e tenuta al massimo, le ginocchia sono orientate all’esterno (lateralmente) in direzione perpendicolare alle dita dei piedi, il peso del corpo ben distribuito su entrambi i piedi se i pliés sono effettuati nelle posizioni dalla prima alla quinta (dei piedi) convenzionali.

Esempio di esercizio:
Demi-plié in prima posizione eseguito al lato destro della sbarra
In 2 tempi musicali (2 battute di 2/4 o una battuta di 4/4, adagio)

Posizione iniziale
Piedi in I posizione, talloni uniti, punte dei piedi allineati su una linea retta, angolo di 180°, arco plantare sostenuto, peso distribuito sulla pianta dei piedi.
Arti inferiori extra-ruotati, adduttori sostenuti, ginocchia in asse con la punta dei piedi. Bacino allineato, fianchi su stessa linea orizzontale, glutei contratti, coccige orientato in basso, perpendicolare al suolo, direzionato verso i talloni.
Busto eretto sull’asse verticale del corpo, addominali contratti (sensazione verso l’alto), sterno rilassato, cassa toracica non contratta, colonna vertebrale ben distesa e sorretta dai muscoli dorsali e lombari, spalle basse, in linea perpendicolare con i fianchi, allineate, scapole abbassate e abdotte (appiattite verso l’esterno), collo senza tensione.
Arti superiori: braccio destro in 2° posizione, spalla tenuta bassa, braccio introverso (in avanti) gomito sostenuto (osso orientato direzione posteriore del corpo), avambraccio con una extraversione, polso in linea con avambraccio, mano senza tensione, dita distese, pollice accostato e opposto alle altre dita verso il dito medio, non contratto. L’arto destro ha una linea leggermente discendente rispetto la spalla. Arto superiore sinistro: mano poggiata sulla sbarra, dita sopra la sbarra, osso del gomito scostato di circa 15 cm dal lato del costato, leggermente in avanti rispetto il busto, spalla mantenuta bassa.
Testa ruotata di 90° a destra, in asse con la colonna vertebrale, sguardo in direzione della mano destra, leggermente sopra la mano. Il carattere dell’esecuzione del movimento è legato, senza pause e fermate.

Tabella dei tempi di esecuzione


Articolo di Barbara Acero
©Riproduzione riservata