Adolph Bolm

Adolph Bolm Biografia: Adolph Bolm nacque a San Pietroburgo il 25 settembre 1884 da una famiglia di intellettuali di origine scandinava. All’età di 16 anni superò le selezioni per la Scuola Imperiale di Danza e si diplomò nel 1904 entrando a far parte della compagnia del Mariinskij. Sua compagna di danza fu in quel periodo Anna Pavlova che ebbe come partner durante una tournée da lui organizzata nel 1908 per delle brevi apparizioni al di fuori della Russia. L’anno successivo, nel corso di una nuova tournée, incontrò a Parigi Diaghilev che lo inserì nella sua nuova compagnia itinerante dei Ballets Russes con la quale ebbe grande successo soprattutto quando danzò nelle “Danze polovesiane”. Pur essendo nel 1910 diventato solista al Mariinskij, dopo solo un anno, Bolm dette le dimissioni dal teatro russo e dal quel momento in poi divenne membro effettivo della compagnia di Diaghilev.

Durante la sua collaborazione con i Ballets Russes, Bolm danzò numerosi ruoli principali della produzione della compagnia ed iniziò anche la sua opera di coreografo pur essendo tuttavia spesso oscurato da Nijinskij per il quale Diaghilev stravedeva. Nel 1915, in ogni caso, l’impresario si rivolse a lui per l’organizzazione di una prima tournée dei Ballets Russes negli Stati Uniti che ebbe molto successo. Lo stesso avvenne per il secondo tour americano del 1916/1917, in occasione del quale Bolm subì un infortunio alla spina dorsale. La lunga convalescenza che seguì unita al fatto di dover essere considerato sempre secondo rispetto a Nijinskij lo convinsero a rimanere definitivamente negli Stati Uniti per poter esprimere al meglio il suo potenziale creativo. Pertanto, nel 1917 decise di terminare la sua collaborazione con i Ballets Russes.

Durante una tournée in Belgio, nel 1916, Bolm aveva, intanto, incontrato la sua futura moglie Beatrice che, dopo le nozze, si trasferì con lui negli Stati Uniti. A Chicago nel 1920 nacque il figlio Olaf. Nel 1917 Bolm creò a New York la sua propria compagnia denominata Ballet Intime e nel 1919 si trasferì a Chicago dove produsse e danzò nuovi lavori con Ruth Page. Nel 1926 aprì una scuola a Chicago e nel 1928 fece una tournée nell’America del Sud. Sempre nel 1928 prese residenza per un periodo a Hollywood dove ideo coreografie per numerosi film. Nel 1933 fu invitato quale coreografo a prendere parte alla prima stagione del San Francisco Ballet, una delle più importanti e antiche compagnie di ballo americane.

Nel 1928 creò “Apollon Musagète” su musica di Strawinsky: balletto che poi divenne famoso nel mondo per la coreografia di Balanchine che lo rappresentò due mesi dopo a Parigi. Annunciato come il primo balletto ad essere rappresentato in prima mondiale negli Stati Uniti, fu messo in scena alla Library of Congress di Washington con interpreti lo stesso Bolm e Ruth Page, Berenice Hlmes ed Elise Reiman nei ruoli delle Muse. L’Apollo di Balanchine, però, offuscò il lavoro di Bolm anche perché si disse che Strawinsky non fosse molto convinto delle sue doti di coreografo e nelle sue memorie si riferì sempre alla versione Balanchine. In ogni caso contribuì alla non favorevole accettazione da parte del grande musicista del lavoro di Bolm anche il fatto che il balletto fu rappresentato con mille difficoltà in un luogo poco adatto a spettacoli teatrali, su un piccolissimo palcoscenico e con una minima partecipazione di pubblico considerata la limitatezza della capienza della sala.

Fino alla sua morte avvenuta a Los Angeles il 16 aprile 1951, Bolm continuò la sua opera di coreografo negli Stati Uniti raggiungendo il suo massimo livello e notorietà con la creazione del balletto “Pierino e il Lupo” su musica di Prokofiev andato in scena nel 1940 a New York. L’importante collezione artistica del suo archivio composto da corrispondenza, manoscritti, foto, articoli di stampa è adesso conservata presso la Music Division della Library of Congress di Washington presso la quale vide la luce il suo “Apollon Musagète”.

Le principali creazioni di Bolm:
1912 - Les fêtes d’Hebe - Jean Philippe Rameau
1913 - Danze persiane della Khovantchina - Igor Moussorgsky
1914 - Une nuit de mai - Nicolaj Rimsky-Korsakov
1915 - Danze Principe Igor - Aleksandr Borodin
1919 - Birthay of La Infanta - John Alden Carpenter
1920 - Danse macabre - Dudley Murphy
1921 - Geometric Dance - Sergej Prokofieff
1924 - Elopement - Wolfgang Amadeus Mozart
1924 - Le foyer de la danse - Emmanuel Chabrier
1925 - Little Circus - Jacques Offenbach
1925 - Bal de marionettes - Eric Satie
1926 - La farce du Pont Neuf - Herscher
1926 - Parnassus au Montmarte - Eric Satie
1927 - Tragedy of the Cello - Alexandre Tansman
1928 - Apollon Musagète - Igor Strawinsky
1931 - The spirit of the Factory (Ballet mecanique) - Alexander Mossolov
1940 - Peter and the Wolf - Sergej Prokofieff