Raymonda

Raymonda Balletto in tre atti e quattro scene; musica di Alexander Glazunov; libretto di Lydia Pashkova e Marius Petipa; coreografia di Marius Petipa; scenografia di Allegri, Ivanov, Lambin.

Prima rappresentazione: Pietroburgo, Teatro Marijnsky, 19 gennaio 1898 con interpreti Pierina Legnani, Sergej Legat, Pavel Gerdt.

Nel balletto si narra la storia di Raymonda, fidanzata con Jean de Brienne, che viene insidiata dal cavaliere saraceno Abderakhman mentre de Brienne è lontano per una crociata. De Brienne rientra dalle crociate e ritrova l’amore di Raymonda. I due giovani possono finalmente coronare il loro amore e le nozze vengono festeggiate con un grandioso divertissement finale.

Raymonda è uno dei pochi balletti che ha mantenuto la sua coreografia originale. Del balletto sono state realizzate numerose riprese da parte di celebri coreografi quali: Nicholas Zverev (Londra 1935) per il Balletto di Lituania; Alexandra Danilova e George Balanchine (New York 1946) per i Ballets Russes de Monte Carlo; Konstantin Sergeev e Fedor Lopukhov (Mosca 1948); Rudolf Nureyev per il Royal Ballet (1964), per l’Australian Ballet (1965), per il Balletto dell’Opera di Zurigo (1972) e per l’American Ballet Theatre (1975); Viktor Gsovsky (primo e secondo atto) e Nicholas Beriozoff (terzo atto) per il Balletto dell’Opera di Berlino (1975); Maja Plisetskaya per il Balletto dell’Opera di Roma (1984).


Articoli forniti da Lillial