Excelsior

Excelsior Coreografia e libretto: Luigi Manzotti
Musica: Romualdo Marenco
Scenografia e costumi: Alfredo Edel
Prima rappresentazione: Milano, Teatro alla Scala, 11 gennaio 1881 con interpreti Bice Vergani e Carlo Montanara.

Si tratta di un balletto altamente spettacolare che esalta la nascita della civilizzazione dell’umanità e il progresso dello sviluppo tecnico attraverso la lotta esasperata tra la Luce e l’Oscurantismo. Dall’invenzione della nave, del ponte di ferro, dell’elettricità, del telegrafo alla costruzione del Canale di Suez e del Tunnel del Moncenisio la storia dello sviluppo tecnologico scorre fino alla sconfitta dell’Oscurantismo ed il trionfo della Luce e della Civiltà che viene celebrato in un’apoteosi che riunisce tutte le nazioni del mondo.

Il balletto riscosse un grande successo e nel 1885 ebbe la sua prima fuori dall’Italia a Vienna rimanendo poi fino ai primi anni del XX secolo nel repertorio delle compagnie europee. Nel 1967 è stato riallestito da Ugo dell’Ara per il Maggio Musicale Fiorentino e ripreso dal Teatro alla Scala nel 1974 ritornando definitivamente in scena.

Recentemente, il Teatro alla Scala di Milano ha riallestito il ballo Excelsior.