Daphnis et Chloè

Daphnis et Chloè Sinfonia coreografica in tre quadri, musica di Maurice Ravel, libretto e coreografia di Mikhail Fokine, scenografia di Leon Bakst. Prima rappresentazione: Parigi, Théâtre du Chatelet, 18 giugno 1912, per i Ballets Russes de Diaghilev con intepreti: Tamara Karsavina, Vaslav Nijinsky, Adolph Bolm.

Il balletto, ispirato al racconto pastorale di Longo Sofista, narra la storia d’amore del pastorello Daphnis per Chloé, rapita dai pirati e condotta lontano. Dopo molte peripezie Daphnis riesce infine a riabbracciare la sua innamorata grazie all’aiuto del dio Pan. Versioni successive del balletto sono state coreografate da Sir Frederick Ashton (Londra, Sadler’s Wells Ballet, 1951), Serge Lifar (Parigi 1958 con scenografia di Chagall), John Cranko (Stoccarda 1962), John Neumeier (Francoforte 1972), Glen Tetley (Stoccarda 1975), Lucinda Childs (Gènève 2003).


Articoli forniti da Lillial