Dame aux Camelias

Dame aux Camelias Balletto in tre atti con prologo, musiche di Frederick Chopin, libretto e coreografia di John Neumeier.

Prima rappresentazione: Stoccarda, 4 novembre 1978 con interpreti: Marcia Haydée, Egon Madsen, Birgit Keil, Reyd Anderson.

Trama: Il balletto di Neumeier, tratto dal romanzo di Alexandre Dumas figlio (1848), inizia con un prologo che mostra la vendita all’asta dei beni di Marguerite dopo la sua morte e con l’incontro di Armand con suo padre al quale racconta la sua storia d’amore con la giovane defunta. Tutto nasce da un loro incontro al Théâtre des Varietés per il balletto Manon Lescaut (Dex Grieux e Manon, i due protagonisti in scena seguiranno passo passo il dipanarsi della vicenda).



Divenuti amanti i due giovani vanno a vivere in campagna ma il padre di Armand, all’insaputa del figlio, si reca da Marguerite chiedendole di troncare la storia d’amore per il bene del figlio e la reputazione di un’altra figlia prossima al matrimonio. Marguerite accetta il sacrificio e si rituffa nella vita mondana. In un incontro fortuito ai Champs-Elisées, Armand comincia a corteggiare Olympia per tormentare Marguerite che va a trovarlo a casa sua e lo implora di risparmiarle il suo comportamento umiliante.

I due si riconciliano ma durante il sonno la giovane viene perseguitata dalla visione terrificante di Manon ed al risveglio abbandona l’amante per mantenere fede alla sua promessa. Nel corso di un ballo Armand umilia Marguerite consegnandole una busta piena di banconote come ricompensa dei favori concessi. Margherite, malata di tisi, muore in solitudine e in povertà. Armand ha finito il suo racconto al padre. Giunge la dama di compagnia di Marguerite che consegna al giovane il diario della sua padrona. Dal diario Armand viene a conoscenza del dramma vissuto dalla sua amata e, disperato, abbraccia al cuore l’oggetto appartenuto a Marguerite. Il balletto, ripreso dal Balletto di Amburgo nel 1980, è stato creato su musiche originali di Chopin, non arrangiate, per piano e orchestra tra le quali l’intero Secondo concerto per piano, la Romanza dal Primo concerto per piano, la Grande Fantaisie sur des airs polonais, la Grande Polonaise ed altri brani per piano.


Articoli forniti da Lillial