Carmen

Carmen Balletto in cinque quadri. Musica di Georges Bizet; libretto e coreografia di Roland Petit; Scenografia di Antoni Clavé. Prima rappresentazione: Londra, Prince’s Theatre 21 febbraio 1949 ad opera del Ballet de l’Opèra de Paris con interpreti: Zizi Jeanmaire, Roland Petit, Gordon Hamilton, Serge Perault.

Trama: Il balletto ci mostra la sigaraia Carmen che, arrestata dopo una rissa, fa innamorare di sé il brigadiere Don Josè, al quale dà appuntamento alla taverna prima di scappare con l’aiuto di un complice.

Dopo averlo definitivamente conquistato, Carmen convince l’amante ad unirsi a lei ed ai suoi compiti per compiere un crimine e, per amore della sua donna, Josè uccide un uomo mentre lei ed i complici fuggono con il bottino. Abbandonato e tradito da Carmen, che nel frattempo ha conquistato un torero, Don Josè la raggiunge fuori dell’arena dove è in corso la corrida e, disperato, la uccide.

Il balletto “Carmen” fu poi ripreso numerosissime volte anche da diverse compagnie e filmato per il cinema e per la televisione. Altra importante versione di Carmen, divenuta celebre grazie alla smagliante interpretazione di Maja Plisetzkaja, è quella coreografata da Alberto Alfonso a Mosca nel 1967. Anche John Cranko ne diede una sua versione a Stoccarda nel 1971 e Mats Ek, una particolarissima, nel 1992. Infine, una versione italianissima di Amedeo Amodio per l’Aterballetto.

Un balletto sullo stesso soggetto, intitolato Carmen et son torero, era stato messo in scena a Madrid da Marius Petipa nel 1875.


Articoli forniti da Lillial