Pompea Santoro

Pompea Santoro Biografia: Pompea Santoro, è nata a San Vito dei Normanni provincia di Brindisi. A sei anni si trasferisce a Nichelino (Torino) dove comincia lo studio della danza classica in una scuola privata diretta da Jusa Sabatini dove studia con insegnati importanti come: Carola Zingarelli (Scala di Milano), Margarita Trayanova (Opera di Sofia), Arlette Castagnet (Scuola Rosella Hightower) Jean Marie Dubrul e Michel Bruel (Opera di Parigi). Oltre alla danza classica, ha studiato flamenco con Isabel Nesi Fernandez e jazz con Danielle Fournier (Ballet jazz de Montreal).

A 16 anni riceve un premio per particolare talento artistico al concorso “Tersicore” di Brescia con una variazione da “Carmen” curata da Margarita Trayanova. Lo stesso anno, 1978, invitata da Alberto Testa, partecipa alla prima "Maratona di Danza"a Spoleto, con la stessa variazione, dove viene notata da Pippo Carbone, allora vice Direttore del Cullberg Ballet accanto a Birgit Cullberg che le offre un contratto. Contemporaneamente viene ammessa nell'Accdemia del Teatro Alla Scala di Milano che no frequenterà perché nel 1978, all'età di 16 anni accetta di entrare a far parte della compagnia Svedese, che dal 1980 è diretta da Mats Ek (figlio della stessa Cullberg) con cui Pompea ha lavorato ininterrottamente per più di 20 anni. Oltre ad aver ballato ruoli principali nelle coreografie di Birgit Cullberg tra cui Clara nella “Signorina Giulia” affiancata da Rodolf Nureyev, ha interpretato tutti i balletti di Mats Ek creati dal 1978 al 1998. Tra i ruoli principali: Adela (La casa di Bernarda Alba), Erba, Giselle, alternandosi con Ana Laguna, M…., Carmen e Aurora (Bella Addormentata).

Con il Cullberg Ballet ha danzato nei più prestigiosi Teatri del Mondo.

Nel 1993 le viene assegnato il premio”Karina Ari” (Svezia) come migliore danzatrice dell’anno, in seguito ad uno spettacolo dedicato a Jiri Kylian con cui ha lavorato spesso.

Nel 2000 la sua immagine rappresenta il Cullberg Ballet in un francobollo postale.

Altri premi che le vengono assegnati sono: “Premio Postano” (1989), “Danza e Danza” (1994) come migliore danzatrice italiana nel mondo, occasione in cui le viene anche consegnata la “Maschera d’oro”, premio “Vignale Danza” (1994) premio “Acqui Danza (2003), Premio alla carriera Comune di Fasano BR(2008) Premio Giuliana Penzi (2009)

Già in giovane età scopre di avere una grande passione per l'insegnamento e nel 1996 inizia a rimontare i balletti di Mats Ek in giro per il mondo: Giselle per l’Opera di Monaco, Opera di Gothemburg e Opera di Parigi. Nel 1997 arriva alla Scala di Milano, dove oltre all’allestimento di “Giselle”, Elisabetta Terabust, allora Direttice, la invita a ballare il ruolo principale come Artista ospite con Massimo Murru.

Nel 2002 rimonta “Carmen” per il Royal Opera House di Londra, dove insegna il ruolo a Sylvie Guillem e Tamara Rojo. Lo stesso anno lascia il Cullberg ballet e torna a Nichelino in provincia di Torino dove vive tutt'ora.

Dal 2002 è membro dell'International Dance Council - CID - Conseil International de la Danse- Consigliere internazionale delle Danza.

Dal 2002 al 2005 è stata consulente artistica del Teatro Nuovo di Torino.

Nel 2009 mette in scena Giselle di Mats Ek al San Carlo di Napoli ed insegna il ruolo di Albrecth a Roberto Bolle.

Oggi, oltre a rimontare i balletti di Mats Ek nei più grandi Teatri Europei, trasmette la sua Arte attraverso workshops e seminari, non solo presso importanti Accademie in Italia e all'estero ma anche in scuole di danza private.


Pompeasantoro.com