Darcey Bussell

Darcey Bussell Biografia: Nata a Londra, frequenta la Arts Educational School, dove studia varie forme di arti sceniche.A tredici anni entra alla White Lodge (la Lower School del Royal Ballet), per concentrarsi sul balletto, e si diploma alla Upper School nel 1985, debuttando negli spettacoli della Scuola al Covent Garden di Londra, nel 1986 e nel 1987.

In seguito entra al Sadler’s Wells Royal Ballet (oggi Birmingham Royal Ballet), per la stagione 1987-88. Notata dal coreografo Kenneth MacMillan quando è ancora allieva, ottiene il ruolo principale nel suo Concerto per lo spettacolo della Scuola del 1986. Nel corso della prima stagione con il Sadler’s Wells Royal Ballet, ancora MacMillan la sceglie per il ruolo principale in Il principe delle pagode, la sua nuova creazione per il Royal Ballet. Nel settembre 1988 entra al Royal Ballet come Solista, diventando Prima Solista nel settembre 1989. Solo tre mesi dopo, in occasione del debutto in Il principe delle pagode, viene promossa al rango di Principal. All’epoca ha solo vent’anni.



Su di lei vengono creati due ruoli principali negli ultimi balletti di MacMillan: la Principessa Rose in Il principe delle pagode e Masha in Winter Dreams (1991). Il "passo a due" d’addio di Winter Dreams viene danzato al London Palladium in occasione del Birthday Tribute per i novant’ani della Regina Madre. Gli altri suoi ruoli nei balletti di MacMillan includono le protagoniste di L’histoire de Manon e Romeo e Giulietta, i ruoli principali in Song of the Earth ed Elite Syncopation, l’Agnus Dei in Requiem, Mitzi Casper in Mayerling e Mathilde Kssesinska in Anastasia. Il suo repertorio classico comprende Odette/Odile in Il lago dei cigni, la Principessa Aurora in La Bella addormentata, la Fata Confetto in Lo schiaccianoci, Nikija e Gamzatti in La bayadère e i ruoli del titolo in Giselle e nell’atto III di Raymonda. Tra i balletti di Balanchine danza, con il Royal Ballet, i ruoli principali di: Rubies, Stravinsky Violin Concerto (Aria I), Agon, Symphony in C (Secondo Movimento), Cajkovskij pas de deux; Apollo (Tersicore), Il figliuol prodigo (Sirena), Duo Concertant, Balletto Imperiale e Serenade (ragazza del primo pas de deux). Interpreta i ruoli principali di Cinderella, Monotones II, Sacred Love, Les illuminations e il pas de deux e la Bariosova Variation in Birthday Offering (Frederick Ashton); In the middle, somewhat elevated e Herman Scherman pas de deux (William Forsythe); la Prostituta nella prima rappresentazione di La ronde (Glen Tetley); la Black Queen in Checkmate (Ninette de Valois); il pas de deux...now languorous, now wild... (Ashley Pages) e Push Comes to Shove (Twyla Tharp). Su di lei vengono creati i ruoli principali nella prima creazione di Twyla Tharp per il Royal Ballet, Mr Wordly Wise (Mistress Truth-on-Toe), Dances with Death di Matthew Hart, nel "pas de deux" Pavane pour une enfante défunte di Christopher Wheeldon, nel sestetto Amores di Glen Tetley e in Towards Poetry di Mark Baldwin.

Le sue registrazioni televisive includono Il principe delle pagode e il Birthday Tribute per i novant’anni della Regina Madre (1990), seguite nel 1991 da La bayadère e da Winter Dreams nel 1992; danza inoltre il Cajkovskij pas de deux nel Winter Gala trasmesso in televisione nel 1997, dove appare anche come Fata dei Lillà nel tableau finale di La Bella addormentata per la chiusura per restauri del Royal Opera House.

Appare in un documentario del South Bank Show che va in onda nell’ottobre del 1992, in numerosi galà televisivi: recentemente in una danza di Carmen appositamente coreografata da William Tuckett per il Lesley Garrett Show. Gli inviti internazionali includono il Gala des Étoiles tenutosi a Parigi (1991) e successive tournées in tutto il mondo.

Nel giugno 1993 danza il pas de deux di Agon al Gala Balanchine di New York, per ritornare poi a danzare con il New York City Ballet (1994) in Agon e Symphony in C e nelle produzioni di Balanchine Il lago dei cigni (II atto) e Sogno di una notte di mezza estate (1995). Abituale "guest star" di numerose altre compagnie internazionali, è ospite del Balletto Kirov del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo (1999) in La bayadère.

Eletta "Dancer of the Year " (1990) dai lettori di "Dance & Dancers", nel 1991 le viene conferito il premio "Sir James Garreras" del Variety Club of Great Britain come migliore promessa del 1990 e, u n a settimana dopo, l’"Evening Stendard Ballet Award " per il 1990. Nel 1991 viene scelta come vincitrice del "Cosmopolitan Achievement Award", nella categoria delle arti sceniche.

Nel 1995 è stata nominata Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico.


Sipario.it